Perché il cibo biologico è meglio

Dieta Crudista - Cos'è, Vantaggi e Svantaggi

Pubblicato il 4 maggio 2015 su MypersonaltrainerTv

Nella cucina di My-personaltrainer ci siamo divertiti a creare piatti per ogni tipo di abitudine alimentare e filosofia di vita, spaziando dalle ricette dietetiche a quelle tradizionali, da quelle senza glutine a quelle per diabetici. Abbiamo poi creato ricette per sportivi, ricette funzionali, per vegetariani e vegani. Pochissime sono invece le ricette dedicate all’alimentazione crudista. Vorrei dunque recuperare il tempo perduto ed iniziare ad immedesimarmi in questa particolare dieta. Prima di proporvi le ricette, dobbiamo però capire i capisaldi di questo tipo di alimentazione. Iniziamo ad analizzarne le caratteristiche principali.

Che cos’è la dieta crudista?

Il crudismo (o Raw Food) è un tipo di alimentazione che si basa sul consumo di alimenti esclusivamente crudi. Si tratta di una cucina ricca di profumi, colori e sapori il cui unico comandamento è “non cuocere il cibo”.

Perché viene praticata?

I seguaci della dieta crudista sono spinti dal desiderio di ritornare a contatto con la vita semplice e con la natura, assaporandone tutte le sfumature e cogliendone l’energia vitale attraverso ciò che si mangia.
L’obiettivo di chi pratica questa dieta è anzitutto evitare l’impoverimento degli alimenti dai loro componenti fondamentali (Sali minerali e vitamine in particolare), spesso alterati o distrutti con i metodi di cottura tradizionali.

Quali cibi sono ammessi?

I sostenitori della dieta crudista amano assumere alimenti crudi, non lavorati, spesso provenienti da agricoltura biologica.
In genere, alla base del crudismo troviamo la frutta, nel livello intermedio la verdura e, all’apice, semi e frutta secca a guscio (5%).
Esistono tuttavia più tipi di crudismo:
• Crudismo onnivoro: i sostenitori di questa dieta assumono frutta cruda, verdura cruda, miele, prodotti animali e di derivazione animale, anch’essi crudi. La carne cruda dovrebbe derivare da animali allevati allo stato brado o da selvaggina. Ad esempio, sono ammessi carni, pesci, uova, burro, kefir ecc..
• Crudismo vegetariano: i crudisti vegetariani possono assumere sia frutta e verdura cruda, sia prodotti di derivazione animale, purché crudi (comprese ad esempio le uova, la panna vaccina, il burro animale ecc.), evitando però carne e pesce.
• Crudismo vegano: in questo tipo di alimentazione sono ammessi solamente alimenti crudi di derivazione vegetale (sono invece banditi tutti i derivati animali, come ad esempio le uova, il burro, il miele, il latte vaccino ecc.).
• Crudismo Fruttariano: i sostenitori di questa dieta si nutrono esclusivamente di frutta, meglio se matura e biologica.

Quali tecniche di lavorazione del cibo sono ammesse nella dieta crudista?

Nonostante nella dieta crudista il cibo non venga sottoposto a cottura, gli alimenti possono comunque essere assunti sottoforma di frullato, centrifugato, purea, pezzi, succo e possono essere sottoposti a disidratazione, germinazione o marinatura.
Gli alimenti possono inoltre essere essiccati alla temperatura massima di 42°C.
In tutti questi modi, il cibo conserva al meglio le proprietà nutritive di cui è composto e, nel caso della germinazione, si arricchisce di maggiori sostanze nutritive.

Temperature al di sotto dei 42°C…

Secondo la dieta crudista, “42” esprime la massima temperatura a cui il cibo si può sottoporre prima di essere assunto. In base a tale filosofia alimentare, il superamento dei 42°C comprometterebbe i nutrienti, le vitamine, i Sali minerali e gli enzimi presenti nel cibo.

Quali sono i vantaggi?

Numerosi sono i vantaggi derivati dall’assunzione di alimenti rigorosamente crudi:

• Introduzione di generose quantità di antiossidanti nella dieta: in questo modo viene sfruttato al meglio l’effetto antiaging delle sostanze presenti negli alimenti
• Costante sensazione di sazietà, fornita dalle fibre presenti negli alimenti
• Percezione di contatto diretto con la natura e benessere
• Digestione facilitata
• Dieta ipoproteica
• Alimentazione detossinante
• Dieta ipocalorica, veloce, economica

Quali sono gli svantaggi?

Alcune persone lamentano effetti avversi derivati dall’assunzione di alimenti esclusivamente crudi, quali in particolare: tensione addominale, meteorismo e flatulenza.
Inoltre, il divieto di consumare alimenti caldi aumenta la percezione del freddo nei mesi invernali.
Nel crudismo onnivoro, è inoltre pensabile un aumento del rischio d’infezioni derivate dall’assunzione di alimenti crudi contaminati da batteri o parassiti (es. carni crude contaminate, latte animale non pastorizzato, uova crude infette da salmonella).

Un aspetto da non sottovalutare…

************

Segui le Video Ricette di Alice su MypersonaltrainerTv